Straw breathing Pranayama

  • Sit comfortably with your back straight to allow your lungs to expand fully and without restriction. Have a straw close to hand for the practice.
  • Bring your awareness to your natural breath, use a clock or stopwatch to time yourself and count how many times you breathe in a minute. Make a mental note of the number.
  • Now inhale fully through your nostrils and then exhale fully and slowly through the straw. Make sure you exhale fully, be gentle; do not force the breath out. Inhale through your nostrils again, then exhale through the straw; continue with this practice for about 5 minutes.
  • Try to breath down into your abdomen, feel the rising movement of your abdomen as you inhale and the abdomen lower as you exhale.
  • Try to pause slightly after the exhalation to allow the inhalation to start naturally, do not force it or strain, just wait for the  feeling of the inhalation to come spontaneously.
  •  If you start to feel uncomfortable or anxious, release the practice and breathe normally for a few breaths and then, when you feel ready, start the practice again. This can happen as the body and mind are not accustomed to this type of breathing, you may think that by lengthening the exhalation you will not get enough air, this is not the case and it is a practice well worth your perseverance.
  • You may start to become aware of the natural pause between the breath, allow your mind to become still in this pause, feel the sensation of calm and profound stillness in these pauses.
  •  After you have finished the practice, repeat the timing of your breaths for a minute. Make some observations: How  much has your breathing slowed down? Are you feeling calmer? What is your experience following this practice?
Benefits
Straw breathing can help you to regain a feeling of calm and slow and regulate your heart rate, this can be a very useful tool for anxiety attacks. When you are stressed, angry or panicked, you tend to take short, shallow breaths, which can cause a lack of oxygen that restricts blood flow,  leads the muscles to tense and can lead to light headedness or fainting. This practice not only slows your heart rate, it also lowers blood pressure.
The destructive effects of chronic stress put people at greater risk of chronic disease. The development of deep, slow breathing through regular Pranayama practice also has the effect of stimulating the Parasympathetic nervous system, which is responsible for the restful state and this reduces the effects of the sympathetic nervous system which is responsible for the “fight or flight” response to stress in the body. Short term stimulation of the sympathetic nervous system, is normally harmless and can be extremely useful. However, chronic or long term exposure to the chemicals produced by the sympathetic nervous system is often associated with conditions such as hypertension, headaches and migraines, suppression the immune system, impaired digestion, and weakened endocrine function. Our modern, hectic pace of life can keep us in a state of heightened stress for extensive periods of time without reprieve; a regular Pranayama practice can help your body to regain its natural balance and reduce our biological reaction to the stress we encounter in our lives.

Respirazione con la cannuccia


 

  • Sedetevi comodamente con la schiena dritta per permetterei polmoni di espandersi pienamente esenza restrizioni. Avete una cannuccia in vicino per la pratica.
  • Portate la vostra consapevolezza al vostro respiro naturale, utilizzate un orologio o un cronometro per il tempo e contate quante volte vi respirate in un minuto. Fate una nota mentale del numero.
  • Ora inspirate completamente attraverso le narici e poi espirate completamente e lentamente attraverso la cannuccia. Assicuratevi di espirare completamente, lo fate delicatamente, non forzate l’espirazione. Inspirate attraverso le narici ancora una volta, poi espirate attraverso la cannuccia, continuate con questa pratica per circa 5 o 10 minuti.
  • Cercate di respirare in giù nell’addome, sentite il movimento di salita del vostro addome mentre inspirate e vostro addome scende durante l’espirazione.
  • Provate a fare una pausa un po’ dopo l’espirazione per consentire l’inalazione di iniziare, naturalmente, non la forzate o fate la tensione, ma solo aspettate per la sensazione della inalazione di venire spontaneamente.
  • Se vi iniziate a sentire a disagi o ansi, rilasciate la pratica e respirate normalmente per alcuni respiri e poi, quando vi sentite pronti, avviate la pratica di nuovo. Questo può avvenire come il corpo e la mente non sono abituati a questo tipo di respirazione, si potrebbe pensare che allungando l’espirazione non sarà possibile ottenere abbastanza aria, questo non è il caso, ed è una pratica merita la vostra perseveranza.
  • Vi  potete iniziare a prendere coscienza della pausa naturale tra il respiro, permettete la vostra mente di diventare tranquillo in questa pausa, sentite la sensazione di calma e quiete profonda in queste pause.
  • Dopo aver terminato la pratica, ripetete i tempi del vostro respiro per un minuto. Fate alcune osservazioni: Quanto è rallentato il vostro respiro? Vi sentite più tranquilli? Qual è la vostra esperienza seguendo questa pratica?

 

Vantaggi  della pratica


Respirazione tra la cannuccia può aiutare a ritrovare una sensazione di calma e
può rallentare e regolare il battito cardiaco, questo può essere uno strumento molto utile per gli attacchi d’ansia. Quando si è stressato, arrabbiato o spaventato, si tende a prendere i respiri corti e poco profonde, che possono causare una mancanza di ossigeno che limita il flusso di sangue, porta i muscoli a tesi e può fare la gira testa o svenimento. Questa pratica non solo rallenta il battito cardiaco, abbassa anche la pressione sanguigna.
Gli effetti distruttivi dello stress cronico può mettere le persone a maggior rischio di malattie croniche. Lo sviluppo della respirazione profondo e lento attraverso la pratica regolare del Pranayama ha anche la risposta l’effetto di stimolare il sistema nervoso parasimpatico, che è responsabile dello stato riposante e questo riduce gli effetti del sistema nervoso simpatico, che è responsabile per la “lotta o fuga” allo stress nel corpo. La stimolazione breve termine del sistema nervoso simpatico è normalmente innocuo e può rivelarsi estremamente utile. Tuttavia, esposizione cronici o prolungata alle sostanze chimiche prodotte dal sistema nervoso simpatico è spesso associata a condizioni come l’ipertensione, mal di testa ed emicranie, la soppressione del sistema immunitario, cattiva digestione, e funzione endocrina indebolita. Il nostro ritmo frenetico della vita moderno può mantenerci in uno stato di stress acuto, per lunghi periodi di tempo senza tregua, una pratica regolare di Pranayama può aiutare il corpo a ritrovare il suo equilibrio naturale e ridurre la nostra reazione biologica allo stress che incontriamo nella nostra vita.