Respirazione con la cannuccia


 

  • Sedetevi comodamente con la schiena dritta per permetterei polmoni di espandersi pienamente esenza restrizioni. Avete una cannuccia in vicino per la pratica.
  • Portate la vostra consapevolezza al vostro respiro naturale, utilizzate un orologio o un cronometro per il tempo e contate quante volte vi respirate in un minuto. Fate una nota mentale del numero.
  • Ora inspirate completamente attraverso le narici e poi espirate completamente e lentamente attraverso la cannuccia. Assicuratevi di espirare completamente, lo fate delicatamente, non forzate l’espirazione. Inspirate attraverso le narici ancora una volta, poi espirate attraverso la cannuccia, continuate con questa pratica per circa 5 o 10 minuti.
  • Cercate di respirare in giù nell’addome, sentite il movimento di salita del vostro addome mentre inspirate e vostro addome scende durante l’espirazione.
  • Provate a fare una pausa un po’ dopo l’espirazione per consentire l’inalazione di iniziare, naturalmente, non la forzate o fate la tensione, ma solo aspettate per la sensazione della inalazione di venire spontaneamente.
  • Se vi iniziate a sentire a disagi o ansi, rilasciate la pratica e respirate normalmente per alcuni respiri e poi, quando vi sentite pronti, avviate la pratica di nuovo. Questo può avvenire come il corpo e la mente non sono abituati a questo tipo di respirazione, si potrebbe pensare che allungando l’espirazione non sarà possibile ottenere abbastanza aria, questo non è il caso, ed è una pratica merita la vostra perseveranza.
  • Vi  potete iniziare a prendere coscienza della pausa naturale tra il respiro, permettete la vostra mente di diventare tranquillo in questa pausa, sentite la sensazione di calma e quiete profonda in queste pause.
  • Dopo aver terminato la pratica, ripetete i tempi del vostro respiro per un minuto. Fate alcune osservazioni: Quanto è rallentato il vostro respiro? Vi sentite più tranquilli? Qual è la vostra esperienza seguendo questa pratica?

 

Vantaggi  della pratica


Respirazione tra la cannuccia può aiutare a ritrovare una sensazione di calma e
può rallentare e regolare il battito cardiaco, questo può essere uno strumento molto utile per gli attacchi d’ansia. Quando si è stressato, arrabbiato o spaventato, si tende a prendere i respiri corti e poco profonde, che possono causare una mancanza di ossigeno che limita il flusso di sangue, porta i muscoli a tesi e può fare la gira testa o svenimento. Questa pratica non solo rallenta il battito cardiaco, abbassa anche la pressione sanguigna.
Gli effetti distruttivi dello stress cronico può mettere le persone a maggior rischio di malattie croniche. Lo sviluppo della respirazione profondo e lento attraverso la pratica regolare del Pranayama ha anche la risposta l’effetto di stimolare il sistema nervoso parasimpatico, che è responsabile dello stato riposante e questo riduce gli effetti del sistema nervoso simpatico, che è responsabile per la “lotta o fuga” allo stress nel corpo. La stimolazione breve termine del sistema nervoso simpatico è normalmente innocuo e può rivelarsi estremamente utile. Tuttavia, esposizione cronici o prolungata alle sostanze chimiche prodotte dal sistema nervoso simpatico è spesso associata a condizioni come l’ipertensione, mal di testa ed emicranie, la soppressione del sistema immunitario, cattiva digestione, e funzione endocrina indebolita. Il nostro ritmo frenetico della vita moderno può mantenerci in uno stato di stress acuto, per lunghi periodi di tempo senza tregua, una pratica regolare di Pranayama può aiutare il corpo a ritrovare il suo equilibrio naturale e ridurre la nostra reazione biologica allo stress che incontriamo nella nostra vita.